Razza di cani dalla Br alla Bu: elenco completo e dettagliato

http://www.25alsecondo.it/?p=976

Ogni razza di cane, che sia grande o piccola, ha una personalità tutta sua, può venire anche dall’istinto primitivo che è quello del lupo selvatico, oppure può essere stato educato fin da cucciolo a rispettare le altre persone, animali e prima di tutti il proprio padrone.

Molte persone scelgono il cane non solo per lavoro, come accompagnarlo a caccia e fare da guardia ma soprattutto perché possiedono un grande spazio all’aperto, come cortili, aie e giardini, in cui l’animale può essere libero di correre.

L’elenco con le razze che iniziano con la lettera principale B è giunto alla fine, queste sono le ultime razze ma non meno importanti che possono anche aiutare una persona a scegliere una particolare razza. Ecco l’ultimo elenco che parla di cani che hanno come iniziali dalla Br alla Bu.

Elenco completo e dettagliato

  • Bracco francesi: razza di cane dalle origini francesi, sono alti sui 50/60 cm, quindi sono di taglia media.
    Dall’aspetto elegante, venivano usati come cani da caccia, e anche tutt’ora dato che sono da ferma.
    Hanno il pelo cortissimo e di solito è bianco con alcune macchie grandi e marroni, di salute poi sono molto longevi.
    Caratterialmente sono molto docili e obbedienti, amano andare a caccia e fare anche lunghe passeggiate anche se prevale sempre l’istinto da cacciatore.
  • Bracco d’ariège: razza di cane dalle origini francesi e sono anche conosciuti con il nome di Bracco di Gascogne, alto sui 70 cm è considerato di taglia grande.
    Il pelo è molto sottile e bianco di base, sono presenti varie macchie arancioni (chiamate rosse) in quasi tutto il corpo, ma esse non devono ricoprirlo del tutto o non è considerato come razza pura.
    Caratterialmente si lega al padrone creando con lui un bel rapporto basato sulla fiducia e sulla fedeltà, dato il suo carattere è di ottima compagnia, ma anche in lui a volte prevale l’istinto della caccia e per questo è anche un ottimo cane per questo sport dato che possiede un olfatto davvero eccellente e anche questa razza è da ferma.
  • Bracco d’auvergne: cane di origine francese, di taglia media grande raggiunge i 65 cm circa.
    Ha un’ossatura e muscolatura abbastanza robusta ma senza risultare ingombrante, infatti è un cane da caccia molto abile e anche questa da ferma, possiede una grande intelligenza che sa sfruttare sia nei momenti di gioco che nel lavoro vero.
    Il colore del pelo è bianco con una serie di macchie grosse, una al centro della schiena verso i fianchi e sulle orecchie verso gli occhi, e piccole su quasi tutto il corpo.
    Caratterialmente è docile, facile da addestrare e molto calmo.
  • Bracco del bourbonnais: razza molto antica dalle origini francesi, alto 62 cm circa è di taglia media.
    Ha il pelo corto, morbido e leggero, come tutti i bracci il colore base è il bianco con macchie grandi e piccole marroni chiari, ma nel 1598 era presente anche a macchie lilla/viola chiaro, viene inoltre tagliata la coda per evitare che fosse più lunga dei 15 cm.
    Caratterialmente è docile, buono, intelligente, affettuoso e di grande aiuto nel lavoro e nella caccia, per quest’ultima si adatta anche facilmente a qualsiasi tipo di terreno.
  • Bracco di burgos: cane di origine spagnola, in altezza può superare i 70 cm quindi è da considerate di taglia media-grande.
    È molto muscoloso e anche a lui viene accorciata la coda per evitare che sia troppo ingombrante durante la caccia.
    Il pelo è corto e leggero, di base è bianco ma è ricoperto da molteplici macchie marroni chiare che coprono il colore principale.
    Caratterialmente è facile da addestrare perché è intelligente, attento, docile e di ottima compagnia anche se i cacciatori sanno che si adatta a tutti i terreni per le tante e diverse prede, ma sanno anche che gli vanno controllate spesso le orecchie dato che i boschi sono piene anche di insetti spiacevoli.
  • Bracco italiano: cane antico da ferma dalle origini italiane, alto sui 70 cm.
    Il colore del pelo è di base bianca con macchie marroni scure oppure chiare ed è corto e lucido.
    Le caratteristiche di questa razza sono la muscolatura adatta alla caccia, gli occhi sono di forma ovale e hanno le labbra cadenti per eccessi di pelle, gli piace mangiare molto e quindi tende a ingrassare in modo veloce, ha bisogno quindi di fare molto movimento, correre e anche camminare.
    Caratterialmente è molto affettuoso con padrone e bambini, è molto paziente, intelligente, mentre se viene utilizzato per la caccia è molto bravo.
    In passato era difficile da addestrare perché era molto testardo ora invece si sono “calmati”.
  • Bracco portoghese: cane dalle origini portoghesi, può raggiungere i 55 cm quindi è da considerare come taglia media.
    Come alcuni bracchi, anche lui ha le labbra pendenti, gli occhi ovali e le orecchie lunghe e penzolanti e la coda viene accorciata.
    Possiede il pelo corto e vellutato al tatto, di base bianca e ricoperta quasi del tutto da macchie grige.
    Caratterialmente è docile, dolce e affettuoso con il padrone ma se non viene addestrato ed abituato agli altri cani da cucciolo può essere molto nervoso e abbaiare per primo come segno di provocazione.
    Nonostante ciò è facile da addestrare e come tutte le specie “bracchi”, per la caccia si rivela in valido aiutante soprattutto a contatto con la roccia.
  • Bracco slovacco a pelo duro: cane da caccia e da ferma dalle origini slovacche, di taglia grande dato che raggiunge quasi i 70 cm.
    Anche se ha l’aspetto esile, è molto forte, robusto e agile, durante la caccia preferisce la pianura e anche l’acqua, è molto facile da addestrare soprattutto per farsi aiutare nella caccia perché è molto attivo.
    Questo tipo di bracco non ha le labbra pendenti.
    Ha il pelo duro al tatto e ne ha un altro strato sotto chiamato sottopelo, sono di colore principalmente grigio con delle macchie bianche.
  • Bracco ungherese a pelo corto: razza di cane dalle origini ungheresi, di taglia media raggiunge i 60 cm.
    Cane dall’aspetto elegante, leggero e anche forte, anche questo non ha le labbra cadenti.
    Ha il pelo corto, come dice il nome, di colore marrone chiaro/arancione.
    Caratterialmente è molto facile da addestrare, ama giocare con i bambini anche se a volte tende a isolarsi, è molto equilibrato anche nei confronti con gli altri cani e durante la caccia preferisce cercare nei posti umidi.
  • Bracco ungherese a pelo duro: cane più antico del bracco a pelo corto, di razza media raggiunge i 60 cm circa.
    Il suo pelo è corto e al tatto duro, sempre e solo colorato di una tonalità di marrone chiarissimo tendente all’arancione.
    Caratterialmente è molto calmo ed equilibrato, è facile da addestrare ma se l’addestratore ha metodi brutali può spaventarsi fino ad attaccarlo perché lo vede come una minaccia, dato il suo ottimo olfatto è molto utile durante la caccia sia a terra che in acqua.
  • Briquet griffon vendéen: cane dalle origini francesi di taglia media, raggiunge i 55 cm di altezza.
    Chiamato anche semplicemente “grifone” per il suo aspetto importante e regale quando è fermo, ha il pelo medio lungo che per fortuna non gli copre gli occhi, al tatto però non è molto morbido, di solito è bianco con macchie marroni, nere e di base può essere anche nero con macchie color sabbia.
    Anche questo è un ottimo cane da caccia perché non ha paura di cercare tra rovi e cespugli, è anche affettuoso soprattutto con i bambini, intelligente e determinato.
  • Broholmer: ha origini danesi di taglia alta dato che raggiunge i 75 cm.
    È una razza molto antica dato che durante il Medioevo era usato per cacciare il cervo, rischiò l’estinzione durante la Seconda Guerra Mondiale.
    Di aspetto è forte, robusto e molto atletico.
    Il colore del pelo è marroncino chiaro in quasi tutto il corpo, infatti sulle orecchie e sul muso è marrone scuro mentre le punte delle zampe sono bianche, ha anche una macchia sul petto bianca.
    È un ottimo cane da guardia attento e sa valutare con attenzione l’ambiente intorno a sé, è molto sicuro ma tende a stare sempre calmo.
  • Bull terrier inglese: ha origini inglesi e la taglia è piccola dato che non raggiunge i 35 cm.
    La caratteristica principale di questo cane è che ha il muso di forma rettangolare, anche se è piccolo ha una muscolatura robusta, infatti viene usata come cane da combattimento, gli occhi sono piccoli e ha un’espressione seria, come se scrutasse tutto il giorno.
    Solo con il padrone è dolce e fedele, inoltre ha un’indole coraggiosa ed è per questo che viene usato più come cane da guardia. ama molto giocare e fare molto movimento.
    Se non viene abituato fin da piccolo alla presenza di altre persone o animali può risultare aggressivo con tutti.
    Il pelo è raso e prevalentemente bianco, mentre altri cani di questa razza possono avere qualche macchia marrone scura.
  • Bulldog inglese: razza di cane inglese di taglia media-piccola, non supera i 40 cm.
    Lo si riconosce dagli eccessi di pelle intorno al corpo e dalla muso imbronciato, la muscolatura è robusta.
    Ha la coda cortissima e le orecchie penzolanti che riescono a stare anche sospese.
    Il pelo è corto e bicolore sul marrone color sabbia e bianco sotto il petto, sul muso e su due zampe.
    In passato veniva usato per combattere contro i tori, ora è illegale questo tipo di combattimento e si è scoperto essere molto docile, divertente, affettuoso e sensibile alla solitudine:
    Può soffrire di affanni e di cuore se non fa esercizio come camminate.
    È facile da addestrare e non va trascurata perché può essere molto testardo.
  • Bullmastiff: cane di razza inglese, di taglia grande perché raggiunge i 65 cm di altezza.
    Di razza antica per essere usato come cane da combattimento, infatti ha una muscolatura robusta e forte, oggi viene utilizzato per la caccia ma è di carattere dolce e dall’olfatto raffinato.
    Il pelo è corto e duro al tatto e può essere anche tigrato o di colore rosso.
    Tende a ingrassare e in modo veloce se non fa esercizio.