Metameri: cosa sono e a cosa servono?

http://www.25alsecondo.it/?p=1293

Il corpo umano viene diviso in settori per aiutare a svolgere delle cure. I massaggi, ad esempio, hanno bisogno di punti strategici per essere eseguiti in modo da apportare dei benefici. Tra i meccanismi e metodi usati ritroviamo i “Metameri”.

Come viene suddiviso il corpo umano

Il corpo viene diviso in fasce orizzontali di 5 centimetri l’una, dove rientrano:

  • Organi
  • Fasce muscolari
  • Nervi
  • Tendici
  • Ossa

In totale i Metameri sono 11 ben divisi dalla parte anteriore del corpo da quella posteriore. Notiamo che c’è anche un’altra idea che valorizza i Metameri, vale a dire quelli che essi trattengono le nostre emozioni. Meglio che facciamo un esempio altrimenti diventa difficile capire cosa esso sia e come funzionano.

Il Metamero della fascia cervicale si contrae a causa di una serie di tensioni nervose che sono rigide. Quando si stressati è possibile che si abbiano spesso i denti serrati, mal di testa, tic nervosi, che si riversano poi sul corpo. Questo vuol dire che proprio i Metameri sono delle fasce identificative che riescono a essere “analizzate” da fisioterapisti e massaggiatori professionali.

I massaggi “emozionali”

I massaggi fanno bene al corpo, alla mente e riducono lo stress. La circolazione sanguigna ne trae vantaggi e si aiutano anche i muscoli a recuperare le forze. Nel grande mercato delle proposte “omeopatiche” e anche “manuali”, troviamo i massaggi emozionali. Essi sfruttano la conoscenza che riguarda i Metameri. In base a quello che il massaggiatore nota, che sono delle contrazioni, interviene in modo da offrire una soluzione.

Le fasce dei Metameri su cui agire si dividono in:

  • Tesi
  • Adiposi
  • Dolenti

Le voci in elenco sono facili da comprendere.

I Metameri tesi, sono quelli sottoposti ad un forte stress. Anche se ci controlliamo, ecco che possiamo sfociare la tensione nella muscolatura. Mentre i Metameri adiposi, sono protetti dal grasso. Essi sono quelli che si ritrovano, di solito, nella zona lombare. I Metameri dolenti hanno bisogno di un massaggio a scollamento manuale e possono aver subito un trauma.

Metameri Sensitivi

Valutiamo ora quelli che sono i Metameri sensitivi. L’interesse che è stato suscitato da queste fasce che dividono il corpo, nasce proprio dalla loro azione e unione alle emozioni.

Elenchiamoli in modo che si abbia un quadro completo di come il corpo sia unita alla mente e di come la mente sia unita al cuore “emotivo”. Iniziano con l’elenco dei Metameri partendo dal collo per poi scendere in basso. Le fasce dei Metameri sensitivi sono:

  1. Tiroide collegata alla gioia
  2. Polmoni collegati alla tristezza
  3. Cuore uniti alla gioia
  4. Fegato rappresentano la rabbia
  5. Vescica biliare collegati alla rabbia
  6. Milza e Pancreas uniti alla preoccupazione
  7. Stomaco collegati alla preoccupazione
  8. Reni collegati alla paura
  9. Intestino crasso rappresentano la tristezza
  10. Intestino tenue collegato alla gioia
  11. Vescica urinaria collegati alla paura

Riuscire a stimolare, massaggiare e scollare manualmente, questi settori, aiuta ad avere un miglioramento dello stato emozionale.

Curiosità, proverbi e medicina antica

Inutile dire che nel passato, anche se con mezzi limitati, i medici erano più bravi di quelli attuali. Non vogliamo certo svalutare l’importanza dei professionisti medici di oggi, ma vogliamo evidenziare delle curiosità che riguardano i Metameri.

Alcuni medici rionali, streghe e maghe, sfruttavano la possibilità di toccare o massaggiare queste fasce in modo da creare una “cura tattile”. Tuttavia, notiamo che ci sono anche dei proverbi che poi hanno provveduto a valorizzare effettivamente i Metameri sensitivi, come:

  • La felicità fa battere il cuore

Quando siamo emozionati o particolarmente felici, il cuore batte più veloce, questo è innegabile. Il metamero del cuore infatti è collegato alla gioia.

  • La paura ci fa stringere i reni e fa fare pipì

Anche questo è vero. Quando si prova una grande paura, un’emozione che ci spaventa, si fa pipì. Il metamero dei reni è collegato alla paura. Potrebbe essere anche per questo che i proverbi si tramandano da generazione a generazione, perché rappresentano una medicina antichissima?