Perché i denti si ingialliscono?

http://www.25alsecondo.it/?p=381

L’ingiallimemto dei denti è un problema molto comune che si manifesta con un cambiamento nella colorazione dei denti che passa dal bianco ad una tonalità gialla, talvolta tendente al marrone, con la formazione di inestetiche macchie sullo smalto. Questa condizione non solo incide negativamente sull’estetica ma impatta anche nell’immagine generale che ogni individuo da di sé nei rapporti con gli altri, portando spesso ad un grande disagio nell’approccio interpersonale.

Cause dell’ingiallimento dei denti

Anche se l’ingiallimento dei denti è strettamente collegato ad una predisposizione genetica, alla base di questo disturbo ci possono essere diverse cause dall’avanzare dell’età al fumo, alla carie e alle cattive abitudini alimentari e ad una scorretta igiene orale che porta alla formazione di placca e tartaro. Sono molte le bibite e gli alimenti che a lungo andare possono portare ad un cambiamento nella colorazione dei denti. Tra questi ci sono il cioccolato, il tè, il caffè, le bibite gassate colorate, la liquirizia e il caramello che, con i loro pigmenti, si fissano sullo smalto e possono penetrare fino alla dentina.

Come prevenire l’ingiallimento dei denti

Piccole buone abitudini quotidiane possono aiutare a contrastare il fenomeno dell’ingiallimemto dentale, tra queste una limitazione nel consumo degli alimenti e delle bevande citati in precedenza, una riduzione del fumo ed una corretta igiene orale quotidiana. Dopo ogni pasto è molto importante lavare bene i denti, operazione consigliata anche dopo aver bevuto una tazza di caffè o una bevanda colorata, e ricorrere anche all’uso del filo interdentale dopo la solita prassi di igiene orale serale. Inoltre una buona igiene orale non basta per evitare del tutto la formazione di placca e tartaro in quanto con un normale spazzolino non si riesce a penetrare a fondo alla base dei denti e nei piccoli spazi, per questo è raccomandabile associare alle operazioni quotidiane di igiene orale una pulizia dei denti professionale almeno una volta all’anno.

Rimedi per contrastare l’ingiallimento dei denti

Oltre a sbiancamenti dentali professionali o con prodotti specifici reperibili in farmacia è possibile provare a contrastare l’ingiallimento dei denti con soluzioni naturali fai da te utilizzando prodotti comuni che tutti hanno in casa. Tra i migliori rimedi, come spiegato su www.losbiancamentodenti.com, ci sono il limone, il bicarbonato di sodio, la salvia e l’acido malico. La buccia del limone è particolarmente indicata per contrastare le macchie dentali causate dal fumo. Basta sfregare la sua buccia sui denti e sfruttare la sua azione acida per eliminare le macchie. Attenzione a non effettuare questa operazione spesso, ma limitarsi ad una volta a settimana, in quanto l’acidità del limone nel tempo può danneggiare lo smalto dentale. Per eliminare le macchie con il bicarbonato di sodio si possono lavare i denti un paio di volte a settimana con bicarbonato o con dentifrici a base di bicarbonato. L’acido malico è contenuto in alte quantità in mele e fragole. Applicare la polpa di questi frutti sui denti aiuta ad attutire le macchie. La salvia è uno dei rimedi naturali più apprezzati non solo per la sua capacità di eliminare le macchie gialle dai denti, ma anche per contrastare efficacemente l’alitosi. È possibile passare sui denti una foglia di salvia anche ogni giorno per godere dei suoi effetti benefici sotto entrambi i punti di vista.

Sbiancamento professionale dei denti

Dentisti e odontoiatri offrono trattamenti sbiancanti dei denti che permettono di ottenere ottimi risultati e di eliminare le macchie sui denti riportandolo al loro bianco naturale. Tra i migliori trattamenti ci sono quelli a base di perossido di ossigeno.

Ora che hai scoperto perché i denti s’ingialliscono e come rimediare a questo problema puoi provare con i nostri rimedi a rimuovere le macchie dei denti e a prevenire l’ingiallimento dei denti.