Anatocismo bancario: cos’è, definizione e regole sul calcolo degli interessi

http://www.25alsecondo.it/?p=1578

L’anatocismo bancario sono quegli interessi che si maturano, dopo mesi o anni, su una somma presa in prestito.

Il cliente, quando richiede un mutuo o un prestito, sa che lo deve restituire aumentato dagli interessi. Essi sono chiamati capitale di interesse composto. Ci sono poi delle regole e dei calcoli già trascritti, nel documento di stipula del mutuo o del prestito, quindi il cliente sa quale sarà la:

  • Somma dovuta, cioè il prestito
  • Capitale d’interesse

Tuttavia, l’anatocismo bancario è, a sua volta, un interesse che si sviluppa sugli interessi dovuti. Oggi le regole sono cambiante. Le banche, fino al 2000, hanno usato spesso questo anatocismo bancario in modo da diventare quasi un’usura legale.

Le nuove regole attuali hanno cambiato il regime di mora e l’anatocismo bancario si applica solo in caso di mancanza di restituzione della rata mensile.

Le nuove regole da rispettare

Le banche si sono dovute adattare alle nuove regole che sono state create per la tutela dei consumatori, trasformando il classico anatocismo bancario.

Per primo non è più possibile richiedere degli interessi sugli interessi già maturati. Il conteggio deve avvenire annualmente, in modo che il cliente sappia esattamente quale sia il suo piano di pagamento.

Le banche devono evidenziare gli interessi dell’anatocismo bancario in modo separato dal resto degli interessi maturati e dal canone mensile. Questo per riuscire a comprendere come mai ci siano degli interessi maturati e anche il perché.

Un utente che si trova degli interessi maggiorati, avendo pagato regolarmente i canoni, non può avere altri interessi maturati. Per questo è bene che ci siano dei conteggi separati, per aumentare il controllo da parte del cliente.

Come pagare gli interessi passivi

Un utente ha 3 strade per poterli pagare, in modo che essi non vengano maggiorati negli anni.

La prima strada è quella di pagarli con un bonifico bancario oppure in contati. La seconda è quello di estinguere il debito tramite un addebito sul conto corrente. La terza strada è quella di proporre una diversa clausola sul contratto in modo che gli interessi possano essere pagati ad estinzione del mutuo.

Questo permette di bloccarli senza che essi aumentino negli anni.

Anatocismo bancario prescrizione

Un utente che ha un anatocismo bancario deve versare gli interessi maturati entro l’anno in corso. In caso non effettua questo pagamento, allora ci saranno ulteriori spese di moratoria.

Tuttavia, in base ad una nuova decisione pronunciata dalla Corte di Cassazione, è stato deciso che l’anatocismo bancario cade in prescrizione dopo 10 anni. Questo vuol dire che comunque, un utente, può richiedere una procedura legale per non pagarli. Ovviamente devono esserci determinati elementi che portino poi alla decisione di prescrizione degli interessi maturati.