Assicurazioni auto d’epoca, ecco cosa c’è da sapere!

http://www.25alsecondo.it/?p=57

auto-d-epocaL’auto d’epoca è nel cuore di molti amatori delle quattro ruote, ma è bene sapere che non è sufficiente tenere in buono stato il veicolo, ma per essere in regola, è indispensabile far fronte ai vari obblighi di legge.

Solo i veicoli che dopo la data della prima immatricolazione, e non quella di produzione, hanno superato i vent’anni di vita, possono definirsi “Auto storiche”, a loro volta a seconda dell’uso si dividono in:

  • Auto d’epoca
  • Auto d’interesse storico o collezionismo.

Quali sono i diritti?

I veicolo d’epoca hanno diritto ad una notevole riduzione, che può oscillare tra il 30% ed il 70%, sul premio assicurativo, dopo aver iscritto l’auto negli appositi registri, quali ad esempio l’ASI.

L’ASI,ovvero l’Automotoclub Storico Italiano, nacque con lo scopo di tutelare e valorizzare l’aspetto storico-culturale delle auto e moto d’epoca, inoltre svolge un’azione di sorveglianza, impedendo l’iscrizione a quelle modificate illegalmente o in cattivo stato perché pericolose per la messa su strada.

Ogni assicurazione, naturalmente ha una sua politica dei prezzi, inoltre il costo della polizza varia a seconda delle caratteristiche del veicolo, a volte viene richiesta una foto del mezzo, per verificarne lo stato di manutenzione.

Assicurarsi oggi è semplice, e in molti casi anche veloce, oltre alle procedure tradizionali, anche per le auto d’epoca c’è un rinnovamento, grazie alle compagnie che offrono i loro prodotti on – line;
sono compagnie, fondate dai grandi gruppi, che operano solo sul web, abbattendo i costi di sedi fisiche e di agenti di vendita, in grado quindi di offrire ai clienti polizze a prezzi competitivi.