Cos’è il conto corrente gratis e quali banche lo offrono?

http://www.25alsecondo.it/?p=742

Avere un conto in banca è di certo di estrema utilità per chiunque e molto spesso è addirittura indispensabile possederlo. Questo è molto importante per i dipendenti che forniscono i propri dati per farsi versare lo stipendio che per i lavoratori autonomi che possono versare lì il loro denaro. Un conto in banca è una buona garanzia di legalità perché permette di avere ogni movimento sul conto tracciato. Tuttavia aprire e possedere un conto è importante ma molto dispendioso. Per questo motivo, da qualche tempo,  è entrato in vigore il conto corrente gratuito.

Cos’è il conto corrente gratis

Questa tipologia di conto corrente non è altro che un conto corrente uguale a tutti gli altri ma completamente gratuito.  Ogni conto corrente standard ha delle spese che riguardano la gestione e le operazioni. Se nel primo caso i costi sono fissi e riguardano l’apertura e la gestione del conto, gli altri variano in base alle operazioni che facciamo noi sul conto stesso.

Per alcune fasce di reddito è però possibile da qualche tempo poter usufruire del conto corrente gratis. In base ad un decreto ufficiale risalente al 19 giugno 2018 e pubblicato sulla Gazzetta, sono state stabilite una nuova serie di normative dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardante i conti correnti bancari e postali. Chi ha un reddito molto basso può dunque usufruire del conto corrente gratis e in alcuni casi di avere un abbassamento delle spese di gestione di quello che già possiede.

Questa legge è stata emanata poiché secondo disposizioni europee, ogni cittadino ha il diritto di possedere un conto corrente al fine di evitare ogni discriminazione.

Come funziona e chi può fornirlo

Questa tipologia di conto corrente a spese ridotte o completamente gratuito per i meno abbienti provvederà alle operazioni basilari necessarie. Per questi conti correnti sono possibili solo le operazioni di fondamentale gestione e prelievi di denaro, giusto da consentire i movimenti necessari. Il conto corrente gratis, nonostante le ridotte possibilità, fornisce al titolare un bancomat per facilitare i prelievi.

Secondo le disposizioni tutte le banche sono obbligate a fornire questo servizio. Ogni banca non potrà rifiutarsi di fornire questo servizio per i meno abbienti e dunque proporre un servizio adeguato.

Questa tipologia di conto non prevede operazioni aggiuntive ed è dunque impossibile da utilizzare per le varie movimentazioni o operazioni di altro livello. Esiste un canone fisso e molto basso come contributo per effettuare le operazioni gratuite. E’ però possibile aggiungere altre operazioni, se necessarie, ad un costo separato. Ovviamente questo per chi, magari, nel frattempo è riuscito ad avere entrate e quindi maggiori possibilità economiche.

Quali sono le operazioni gratuite e chi può usufruirne

Questo canone fisso molto basso che comprende unicamente la gestione prevede un numero totale fisso di operazioni da parte dell’utente. Le operazioni di prelievo sono 6 allo sportello, mentre sono illimitate per i prelievi Atm del proprio servizio e 12 se di altri servizi. 12 sono anche il numero di versamenti annui sul conto.

Un utente avrà diritto ad usufruire di questo conto se la sua ISEE (indicatore situazione economica equivalente) sarà pari o inferiore a 11.600 euro.