Mutuo: conviene estinguerlo o continuare a pagare

http://www.25alsecondo.it/?p=61

mutuoUna domanda che si sente ripetere spesso è: cosa conviene fare se si dispone di un capitale sufficiente a saldare il mutuo? Estinguerlo o investire e continuare a pagare? Per dare una risposta chiara abbiamo voluto analizzare la situazione da punti di vista diversi.

Per dare una risposta quanto più esauriente e chiara possibile, infatti, abbiamo voluto ipotizzare di disporre di un capitale sufficiente a saldare il mutuo (può essere una vincita, un’eredità, ecc.) ma analizzando la questione da 2 contesti diversi: il primo caso è quello di un mutuo sottoscritto da poco e che ancora ha parecchi anni di rate in essere. L’altro caso sarà quello di un mutuo che ha superato la metà della durata e si avvia verso la fine. 

Vediamo il primo caso. 

Questo, secondo la nostra analisi è il caso in cui estinguere il mutuo risulta essere più conveniente. Nella fase iniziale del mutuo, infatti, la quota di interessi che compone, mensilmente, la rata di rimborso è sensibilmente più alta. Andare ad estinguere il mutuo in questa fase può voler dire risparmiare decine di migliaia di euro di interessi.

Il tasso medio a cui vengono erogati i mutui negli ultimi anni è intorno (parliamo di mutui a tasso variabile) al 3-4%. Anche potendo disporre della stessa cifra e volendola investire in un conto deposito oggi non si andrebbero a percepire più dell’1,5% . Insomma conviene sicuramente la prima opzione.

Vediamo cosa cambia nel secondo caso.

Qui il mutuo si avvia alla fine della propria vita e la quota di interessi che compone la rata è decisamente bassa. In questo caso potrebbe risultare se non più conveniente almeno più vantaggioso continuare a pagare il mutuo e investire il proprio capitale.

Questo perchè si andrebbero a pagare pochissimi interessi (in quanto il grosso lo abbiamo già pagato negli anni precedenti) e si continuerebbe a disporre del capitale per qualsiasi emergenza.