Tinture per capelli naturali: quali scegliere

http://www.25alsecondo.it/?p=854

La maggior parte dei prodotti coloranti per capelli tradizionali integra al suo interno una formulazione chimica, spesso aggressiva e stressante per la salute dei nostri capelli. Le mode ed i trend in continua evoluzione dettano inoltre cambi di colore e sfumature, rischiando di aggredire eccessivamente lo stato della capigliatura sotto i diversi cambi ai quali viene sottoposto il look nell’arco dell’anno. Nel corso degli ultimi anni le tinte per capelli a formulazione naturale hanno riscontrato un crescente aumento delle adesioni commerciali, dimostrandosi in grado di rispettare lo stato di salute delle lunghezze e della cute. In un mondo dove la ricerca del Bio ha assunto caratteri di esigenza sostenibili sia ambientali che salutari, anche la maggior parte delle tinture si sta radicalmente muovendo in questa direzione. Scopriamo insieme come approcciarsi alle colorazioni per capelli naturali nel corso dei prossimi paragrafi.

Tinte per capelli tradizionali: gli effetti collaterali

Le classiche tinture tradizionali per capelli contengono all’interno della propria formulazione una serie di ingredienti chimici aggressivi per la cute e la salute delle lunghezze come l’ammoniaca. I bollettini medici registrano ogni anno episodi di reazioni allergiche e arrossamenti cutanei, fino ad arrivare in casi più rari a vere e proprie intossicazioni più gravi. Per prevenire il rischio di qualsiasi effetto collaterale si potrà utilizzare un prodotto privo di sostanze irritanti a formulazione naturale.

Tinture naturali: quali scegliere

Per tutti i soggetti desiderosi di rinnovare il proprio look, o semplicemente di coprire i capelli bianchi della ricrescita, si trovano diverse opzioni naturali presenti in commercio. Le tinture a formulazione naturale risultano prive di agenti chimici, sotto la necessità di prestare comunque attenzione ai singoli ingredienti e alla durata e resistenza dell’effetto che si intende ottenere.

Le tinture per capelli tradizionali si suddividono in un effetto temporaneo, rendendosi il prodotto meno aggressivo sul commercio, senza intaccare la cuticola del fusto, andando ad enfatizzare i riflessi naturali. Le tinture semi-temporanee invece colorano i capelli agendo sul pH basico aprendo le scaglie delle cuticole, riuscendo a coprire la ricrescita dei capelli bianchi ma non in modo duraturo. Infine, la colorazione permanente, risulta la più aggressiva integrando o meno l’ammoniaca oltrepassando la cuticola del capello, modificando in profondità la struttura della capigliatura stessa.

In alternativa alle tinture classiche si potrà scegliere tra diverse gamme di formulazioni naturali come la polvere naturale henné, derivante da una pianta tipica nord-africana e nord-indiana, con sfumature dal rosso al castano. Oltre ai prodotti commerciali naturali si potrà optare anche per una copertura della ricrescita a base di caffè, tè nero, cacao o salvia e rosmarino.

Le tinture naturali per capelli ecobio si presentano facili da utilizzare vantando un rapporto qualità prezzo ottimale, disponibili nei negozi fisici specializzati e all’interno degli store online, sfruttando il potere delle piante come la cassia e la camomilla in direzione dei capelli più chiari.