Dario Fo: biografia, riconoscimenti, curiosità

http://www.25alsecondo.it/?p=708

Dario Fo è uno dei nomi che i molti associano al teatro ma in molti non sanno che era molto di più di un semplice attore, infatti era anche un regista, scrittore, autore, illustratore pittore, scenografo, impresario, costumista e anche un’attivista del Movimento 5 Stelle.

Dario ha lasciato un segno nella storia italiana.

Biografia

Nato a Sangiano il 24 marzo 1926 e morto a Milano il 13 ottobre 2016, fin da piccolo è stato stimolato dalla sua famiglia di artisti a tempo libero a diventare un attore comico di teatro, che poi nel corso degli anni divenne anche autore di rappresentazioni teatrali della commedia dell’arte.

Partecipò alla Seconda Guerra Mondiale molto giovane, infatti nel 1943 aveva solo 17 anni, all’inizio come volontario nell’esercito fascista, il suo primo ruolo poi fu nella contraerea a Varese e poi come paracadutista nel “Battaglione Azzurro”.

La motivazione di questa scelta l’ammise parecchi anni più tardi, in quanto italiano aveva scelto questo esercito per evitare di essere deportato in Germania, lo ha fatto per sola sopravvivenza.

Dopo aver preso la laurea in pittura nel 1950, all’Accademia delle Belle Arti di Brera, a Milano, comincia a lavorare come autore per la Rai di testi satirici, e dopo aver sposato sua moglie Franca Rame nel 1954, fonda insieme a lei la “Compagnia Dario Fo – Franca Rame” incentrata molto sulla satira ma dato che la televisione in quel periodo censurava molti di questi argomenti decisero di lavorare in teatro.

Le opere che creò e portò in scena sono molte e tutte con un filo comune: la politica.

Ebbe guai anche con il Vaticano perché con la sua opera “Mistero Buffo” un cardinale reagì molto duramente per il linguaggio usato nelle interpretazioni di personaggi religiosi ed ecclesiastici.

Oltre al teatro e alla televisione, ha anche scritto canzoni insieme ad Enzo Jannacci, scritto molti libri e negli anni sessanta era anche un’attivista politico del Soccorso Rosso Militante.

Fu condannato insieme alla moglie perché difesero pubblicamente dei membri della Lotta Continua, per questo motivo nel 1973 venne sequestrata e violentata.

Riconoscimenti

Nel 1981 ricevette il Premio Sonning, un riconoscimento per chi contribuisce alla cultura europea.

Nel 1997 ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura a Stoccolma, e nello stesso anno a Rome gli fu assegnata la Medaglia d’oro ai benefici della cultura e dell’arte.

Nel 2002 invece, per la sua indiscussa carriera artistica e per il contributo dello sviluppo della cultura nazionale e in altri paesi è diventato Gran’Ufficiale dell’Ordine al Merito Educativo e Culturale Gabriela Mistral.

Nel 2012 a Foggia riceve la Laurea Honoris Causa in Filologia, Letteratura e Storia.

Curiosità

Nel 1996 doppiò in un cartone animato tratto dalla storia di Gianni Rodari, “La freccia azzurra” dove presta la sua voce all’antagonista.

Nel 2007 è apparso per un breve momento, in una puntata dei Simpson come personaggio in un cartellone pubblicitario.

Ha prestato anche la sua persona in occasione della IV giornata nazionale dell’afasia, per la Pubblicità Progresso ha recitato un brano di grammelot nel 2012.

Ha anche recitato nella mini serie televisiva Promessi Sposi, nel 1989, interpretando l’Avvocato Azzeccagarbugli.