L’assenza ai mondiali dell’Italia che conseguenze porterà al calcio?

http://www.25alsecondo.it/?p=413

La mancata qualificazione della Nazionale italiana di calcio ai prossimi Campionati Mondiali di Russia 2018 è un disastro sportivo che ha suscitato un doveroso clamore. La squadra, allenata dall’ormai ex Ct Gian Piero Ventura, non mancava ai mondiali da ben 60 anni: l’ultima volta, gli Azzurri fallirono la qualificazione nel 1958, quando a vincere il titolo fu poi il Brasile di Pelè. Dopo il disastro di una Nazionale ancora giovane e che manca di veri talenti, c’è da chiedersi se l’assenza dell’Italia ai Mondiali porterà conseguenze al calcio, e se sì quali saranno queste conseguenze.

Italia fuori dai mondiali: quali conseguenze per il calcio italiano?

Il vero, grande, problema del calcio italiano è quello di avere attinto- negli anni- da un vivaio di giocatori stranieri piuttosto che crescere e formare un proprio vivaio di giovani promesse. Ecco che, quindi, non si è avuto il ricambio generazionale sperato dopo l’abbandono del calcio da parte di molti di quei “senatori” che hanno portato la Nazionale al trionfo mondiale del 2006. Il disastro sportivo, però, non si limita alla mancata possibilità di giocare un mondiale, e ad una figuraccia, ma si traduce in un vero e proprio danno economico per la Federazione. È stato calcolato che l’Italia, considerati i bonus previsti per le partite giocate/vinte ed il pagamento dei diritti televisivi, perderà circa 100 milioni di euro introiti. Una seconda conseguenza per il calcio italiano è quella che i nostri giocatori dovranno attendere adesso le qualificazioni agli Europei del 2020, nel marzo del 2019, per tornare a confrontarsi a livello internazionale. Uno stop competitivo grave, quindi, che potrebbe influire sulle futura performance europea.

Italia fuori dai mondiali: quali conseguenze per il calcio internazionale?

A livello internazionale, il primo impatto negativo dell’assenza dell’Italia ai campionati di Russia si avrà nel ranking che sarà stilato dopo la proclamazione della nuova Nazionale campione del mondo. L’Italia- e questo è un dato di fatto- si troverà a retrocedere rovinosamente, favorendo la scalata al ranking di chi parteciperà ai campionati e farà bene il suo dovere sportivo. Un’altra conseguenza riguarda i calciatori veri e propri: nessun italiano, infatti, si metterà in mostra ai mondiali e nessuno dei nostri giocatori avrà l’occasione di farsi notare dagli allenatori dei club stranieri. Un’occasione perduta dai nostri giocatori che se andranno a giocare all’estero, facendo parlare bene dell’Italia calcistica nel mondo, lo faranno non grazie ai mondiali ma grazie, probabilmente, alle competizioni per club. Alcuni dei nostri calciatori potrebbero essere penalizzati e perdere quotazione nel valore economico del proprio cartellino.