Ossian, il leggendario bardo scozzese: storia e curiosità

http://www.25alsecondo.it/?p=727

Esistono canti che riguardano un eroe raffigurato pure in molto dipinti in cui si raccontano le sue gesta, esso è Oisin, un uomo di cui l’origine se la litigano gli irlandesi e gli scozzesi.

Vediamo la storia di questo personaggio nato dalle mani di Ossian.

Storia

Secondo la mitologia irlandese, è nato da Fionn Mac Cumhaill, mitico cacciatore – guerriero irlandese, e dalla poetessa Sadbh, figura mitica che fu trasformata in cervo perché aveva rifiutato l’amore di un druido, Fear Doirche.

Quando la madre fu resa un animale, fu costretta ad abbandonare il figlio suo e di Fionn che all’inizio era riuscita a salvarla, Oisin, un bambino di sette anni che ricordava sua madre cervo.

Da allora il padre lo prese con sé e lo crebbe da solo.

Nelle sue storie c’è scritto che si innamora di una fata che si chiamava Niamh, lo portò nella terra promessa chiamata Tir na nÓg, da questa loro unione nacquero due bambini: Oscar e Plor na mBan.

Dopo 3 anni Oisin decide di ritornare in Irlanda ma la fata lo avvertì che lo scorrere del tempo è diverso nel Tir na nÓg, infatti fuori da quel luogo magico di anni ne sono passati 300 e anche lui avrebbe rischiato di invecchiare non appena avrebbe messo piede in quelle terre.

Niamh gli donò il suo cavallo Embarr con la promessa di non scendere mai dalla sua sella.

Una volta in Irlanda si recò a casa del padre Fionn ma trovò la casa abbandonata e in rovina, decise allora di ritornare nella promessa, ma mentre cercava di aiutare un uomo in difficoltà col suo carro, le redini che lo tenevano al cavallo si spezzarono e lui cadde a terra, diventando un vecchio.

I “Canti di Ossian” è un’opera pubblicata da James Macphenrson nel 1960, si tratta di una raccolta di antichi racconti gaelici, tradotti da lui stesso, che raccontano di questo leggendario bardo chiamato Ossian, personaggio che si unisce a quello di Oisin.

Ebbe molto successo che nel 1773 l’autore scrisse altri volumi, la versione definitiva è composta da 22 poemi scritti in prosa lirica, suddivisi in strofe.

Questi racconti influenzarono molti scrittori come Johann Wolfgan von Goethe, Walter Scott, Melchiorre Cesarotti e Ugo Foscolo.

Curiosità

Il nome Oisin significa “cerbiatto”.

Una leggenda narra che l’incontro col il padre Fionn avvenne quando Oisin era già adulto e si scontrarono per rubare un maiale arrosto dell’altro, prima di riconoscersi.

Un’altra narra che lui non si trasformò e non morì vecchio, ma insieme ad un suo amico della Fianna Caílte mac Rónáin, ma non prima dell’arrivo in Irlanda di San Patrizio.

Il famoso poeta irlandese William Butler Yeats si ispirò per scrivere la sua poesia “The wanderings of Oisin”.