Albania: 5 bellezze imperdibili da raggiungere in traghetto

http://www.25alsecondo.it/?p=1482

Cultura, arte e archeologia, ma anche spiagge, mare e paesaggi da sogno: tutto questo è l’Albania, perla indiscussa del mare Adriatico che negli ultimi anni ha saputo imporsi per la sua offerta turistica.

Luogo di incontro tra passato e presente, custodisce gelosamente le preziose testimonianze storiche che le varie dominazioni hanno lasciato sui suoi territori; ma il paese conta anche città e piccoli borghi, dislocati tra l’entroterra e più di 350 chilometri di coste.

Dalle montagne alle spiagge, da nord a sud, l’Albania è ricca di bellezze da scoprire: ne abbiamo selezionate cinque, tutte assolutamente da non perdere.

Come raggiungere l’Albania

Grazie alla sua posizione geograficamente favorevole, l’Albania è raggiungibile dall’Italia per mezzo dei traghetti e gode delle numerose tratte delle principali compagnie di navigazione.

traghetti per l’Albania collegano Ancona, Bari, Brindisi ai porti di DurazzoSaranda e Valona, tre terminal dalla posizione strategica che agevolano gli spostamenti in tutto il paese.

Da questi posti, infatti, è possibile raggiungere diversi luoghi di interesse turistico, dislocati in riva al mare o, in alternativa, nelle zone montuose.

Il Parco Nazionale di Butrinto

Uno dei luoghi simbolo dell’Albania è il sito archeologico di Butrinto, un’antica città che, in oltre 2500 ettari di estensione, custodisce e testimonia il passaggio di Ottomani, Romani, Veneziani e Bizantini.

Inserito tra i Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO, il sito permette di visitare il battistero paleocristiano decorato a mosaici e il maestoso teatro di Butrint, un gioiello del III secolo a.c. incastonato all’interno di una fitta vegetazione.

Il Parco Nazionale di Butrinto, inoltre, affaccia sulla costa e, proprio grazie alla sua posizione favorevole, è raggiungibile dal porto di Saranda in meno di 30 minuti.

L’arcipelago delle isole Ksamil

Sul percorso che dal Porto di Saranda conduce al Parco Nazionale di Butrinto, spicca Ksamil, una delle città marittime più affascinanti del paese.

Questo posto, famoso per le sue spiagge di sabbia dorata e per le acque cristalline, a largo della costa conta un gruppo di isolotti, piccoli angoli di paradiso facilmente raggiungibili anche a nuoto.

Ksamil, naturalmente, gode dei migliori collegamenti con i principali porti albanesi: chi arriva in traghetto a Saranda, ad esempio, può giungere in città tramite la fitta rete di autobus, mentre chi sbarca dalla nave con il proprio veicolo può giungere in loco percorrendo verso sud la principale arteria di collegamento.

Himarë: paesaggi e cultura

Poco più a nord di Ksamil e dal porto di Saranda, spicca la città di Himarë, un luogo noto per il fascino delle sue spiagge, ma anche per il ricco patrimonio culturale e architettonico.

Chi visita Himarë, infatti, oltre a concedersi una vacanza da sogno tra i colori lussureggianti dei suoi paesaggi, può accedere alle meraviglie del centro storico, un borgo caratteristico e fitto di bellezze che sorge ai margini di un antico castello.

Fanno da scenario antiche fortezze, chiese e templi, testimonianza di un passato che non smette mai di affascinare.

Tra mare e montagna: il Parco nazionale del Passo di Llogaraja

Risalendo la costa dell’Albania, spicca il Parco nazionale del Passo di Llogaraja un luogo ricco di bellezze naturali che dista dal porto di Valona solo 30 minuti.

Il parco offre escursioni, attività di trekking e numerosi percorsi per le famiglie, consentendo un tuffo nelle acque cristalline nella vicina spiaggia di Palasë.

Chi viaggia in traghetto, può raggiungerlo da Valona percorrendo il tratto costiero che porta a Saranda, fino a immettersi, in un secondo momento, nella strada interna che congiunge il parco alla costa.

Albania: alla scoperta di Capo Rodoni

Chi ama i paesaggi più selvaggi ma non disdegna la spiaggia, infine, non può non visitare Capo Rodoni (Kepi i Rodonit), l’affascinante promontorio roccioso che affonda le sue falesie nell’azzurro del mare.

Luogo ricco di vegetazione, sulla sua costa dà sfoggio castello di Skanderbeg, una ex roccaforte a guardia del promontorio che oggi custodisce un museo. Capo Rodoni si trova nella zona più a nord della costa Albanese ed è raggiungibile dal porto di Durazzo in poco più di un’ora.