Altopiani asiatici: ecco quali sono i più belli da visitare

http://www.25alsecondo.it/?p=1041

Gli altopiani sono scolpiti in immense vastità di panorami mozzafiato, dai venti e dalle piogge che erodono le rocce, portando a valle i detriti e dando origine a quelli che per secoli sono stati oggetto di viaggi e scoperte da parte di viaggiatori provenienti da tutto il mondo. L’Asia comprende l’altopiano anatolico, situato a occidente con i monti del Ponto (a nord), il Tauro (a sud), l’Acrocoro Armeno con il suo monte Ararat che lo collega al Caucaso; l’altopiano iranico, situato a sud-est monti Elbrus, Khorasan e dell’Afghanistan (a nord), i monti della Persia meridionale e del Belucistan (a sud); l’altopiano di Hanhai: la cui parte orientale è occupata dal deserto di Gobi; l’altopiano del Tibet: situato in Asia orientale con la sua catena dell’Himalaya.

Tra tutti gli altopiani più belli da visitare troviamo quelli che delineano la Via della seta, la più antica e più importante del territorio asiatico. Da secoli questi paesaggi hanno affascinato i visitatori per le terre incontaminate, l’odore delle spezie e il commercio. Era proprio grazie a questi altopiani che molti dei commercianti, dell’epoca, oltrepassavano i confini della Cina per raggiungere l’Asia centrale.

Tay Nguyen: gli altopiani centrali del Vietnam

Situati in Vietnam godono di territori immensi, ricchi di cultura da offrire a tutti i visitatori che spesso non si soffermano a guardare il paesaggio, pur di raggiungere in fretta le città di Buon Ma Thout, Kno Tum e PleiKu. Negli altopiani centrali vivono, ancora oggi, le tribù autoctone: gli Ede, i Ba Na, i M’hong e i Rong. Si tratta di minoranze etniche, dichiarate dall’UNESCO patrimonio culturale. Qui i turisti avranno l’opportunità di apprezzare la cultura di questa gente, le tradizioni, le loro abitudini e di ammirare la struttura delle case degli Ede, quelle costruite sulle palafitte dei Ba Na, le capanne di bambù dei M’hong e le case dei Rong.

Per i più piccoli, amanti degli animali gli altopiani offrono la possibilità di fare escursioni “a bordo” degli elefanti per raggiungere i villaggi e perché no, magari per giocare anche con i bambini della popolazione Rong.

La meta turistica, degli altopiani vietnamiti, prediletta dai viaggiatori è Da Lat, una città situata a 1500 mt sul livello del mare con un perenne clima primaverile. Questo ha fatto sì, che l’antica dominazione francese costruisse ville ed alberghi ancora oggi in uso. Nei dintorni, per apprezzare la bellezza del territorio, è possibile effettuare escursioni tra le valli alla scoperta dei laghi e delle spettacolari cascate.

Altopiano del Tibet

Il più elevato dell’Asia orientale, nato dallo scontro tra due placche tettoniche, dando origine alla catena montuosa dell’Himalaya. Più distante, la crosta terreste piuttosto che piegarsi e rompersi, si elevò dando vita a quello che oggi è denominato “tetto del mondo”, ovvero una distesa piana.

A causa dei repentini cambiamenti climatici, lungo la catena dell’Himalaya è impossibile stabilire quale sia la stagione migliore per effettuare un’escursione e ammirare le sue vette. Fare trekking in queste zone però offre la possibilità al turista di osservare le vette innevate da dicembre a marzo, entrare a contatto con la natura percorrendo i campi dei nomadi con i loro yak egli itinerari di pellegrinaggio che portano ai monasteri tibetani.