Navigli Milano: storia, curiosità, come arrivare e periodo migliore

http://www.25alsecondo.it/?p=1468

Il capoluogo del Nord, Milano, ha una ricca è florida cultura storica, che è quasi dimenticata. Li conoscete i Navigli di Milano? Se non li avete mai visitati, li avrete sicuramente sentiti nominare. Oggi è il centro della movida della città, ma ha una storia molto particolare, inimmaginabile.

I Navigli di Milano non sono un capolavoro della natura, ma di ingegneria della mente umana. Costruito nel 1179. Nasce il primo canale maggiore, cioè il Ticinello, ancora visibile oggi. La sua lunghezza era di 50 chilometri con degli avvallamenti che spesso rendevano difficile la navigazione.

Tuttavia, nei secoli a seguire, vennero creati altrettanti canali con 25 conche per aumentare il commercio nautico. Pensate che nel 1482, Leonardo da Vinci, creò una serie di dighe a chiuse, per alzare i livelli delle acque. Tutto ciò riuscì ad aiutare la navigazione e il commercio della città di Milano.

Oggi sono visibili solo tre canali maggiori. Degli altri, di cui è rimasta solo la “storia”, sono stati coperti per costruirvi sopra. Una volta che i Navigli di Milano diventarono inutilizzati, perché il commercio divenne più veloce su strada, sono diventati un punto di ritrovo più che di commercio.

Curiosità sui navigli, le dighe dimenticate

I Navigli di Milano hanno tante storie e leggende, alcune sono storiche, altre sono dettate dall’immaginario comune e magari da luoghi Comuni.

Il primo vede protagonista proprio Leonardo da Vinci. La storia vuole che, all’apice della sua fama, mentre è in visita a Milano, la sua attenzione è stata catturata dalla voce dell’acqua dei canali. Qui nota un’anatra che galleggia sulle acque, essa viene sollevata dall’acqua, mossa da una barca. Praticamente l’acqua si era alzata. A questo punto l’anatra riuscì a uscire dall’acqua con un piccolo passettino, perché il livello dell’acqua era diventato pari alla riva. Da qui nacque l’idea delle dighe a chiuse.

Ora ci catapultiamo nel 2008-2010, dove si sta valutando una possibile riapertura dei canali che sono stati seppelliti nel tempo dei fascisti. La riapertura potrebbe essere un progetto ambizioso, ma dove si potrebbe aumentare il turismo.

Dove si trovano i Navigli di Milano

Attualmente sono rimasti solo i canali maggiori, cioè più grandi, dei Navigli di Milano. Troviamo il:

  • Naviglio Grande
  • Pavese
  • Naviglio Martesana

Dove e come si raggiungono i Navigli di Milano? Si trova nella parte Nord della città di Milano. Si trovano in Via Dante, 1. Da qui inizia il punto centrale di questa zona storica dove poter parcheggiare.

Essendo il cuore pulsante della città, la sera è molto movimentata. Se arrivate in auto, dovete assolutamente cercare la zona del Naviglio Grande e parcheggiare per poi raggiungere la zona tramite il treno o la metro.

Il periodo migliore per una vacanza nel cuore del centro città

La città di Milano è famosa per le sue piogge per il freddo intenso. Per visitare i Navigli di Milano il periodo migliore è:

  • Dicembre, dove ci saranno i mercatini natalizi che vi attendono
  • Aprile fino a giugno, per visitare la Basilica di San Lorenzo e il vicolo dei lavandai
  • Giugno fino a settembre, per i “Canali”

Per tutto il resto dell’anno potete comunque godere di tante attività svolte nelle gallerie d’arte, musei e tanto buon bere seguito dal buon mangiare.