Rojadirecta smartphone: come guardare le partite gratis, è legale?

https://www.25alsecondo.it/?p=1876

Le dirette streaming, specialmente quelle che inviano le competizioni sportive, sono realmente molto seguite e oggi è disponibile vederle anche sui propri dispositivi mobili. Molti utenti si rendono complici, in modo inconsapevole, di alimentare un canale che è illegale.

Nonostante ci siano programmi e anche diversi siti web che propongono la visione delle partite in streaming direttamente sullo smartphone, molti di essi sono illegali.

La Rojadirecta è uno di questi. Molti sono stati gli utenti che si sono trovati in difficoltà a causa di driver da installare, ma anche per una totale inconsapevolezza della sua dubbia legalità.

Attenzione alla illegalità

La prima domanda che sicuramente in molti si pongono è: si ha effettivamente la possibilità di vedere o meno le dirette in streaming? La risposta è che si è possibile avere dei siti che sono comunque adibiti, a livello legale, a rimandare le dirette.

Il problema è che ce se sono altrettanti totalmente illegale che attraggono clienti proponendo un servizio gratuito. La Rojadirecta è infatti uno di quelli totalmente illegale. Già negli anni passati c’è stato un oscuramento del sito, ma si è riproposto in diverse versioni e quindi ecco che il servizio era nuovamente disponibile.

Oggi la situazione è cambiata poiché ci sono dei controlli più severi da parte della polizia dello Stato.

Rodjadirecta, tutte le partite visibili in streaming, ma…

L’avanzare della tecnologia ha permesso di avere una connessione sempre più rapida, in tempo reale, che possiamo usare anche sul nostro dispositivo mobile. Tuttavia, sempre la tecnologia ha anche permesso di avere delle problematiche che sono date da siti e programmi illegali. Questo rende partecipe gli altri utenti, anche in modo inconsapevole, di compiere un’azione illegale.

Tutti siamo attratti da vedere delle partite di calcio o altri sport in tempo reale, magari anche avendo il servizio totalmente gratuito. Cose che erano state proposte dalla Rojadirecta. Solo che non si presta poi attenzione a quello che voglia dire connettersi a siti illegali.

Si deve sempre cercare la giusta informativa e anche eventuali delle valide certificazioni per quanto riguarda i portali a cui connettersi, specialmente se si parla di partite in streaming.

Multe e sanzioni

Cosa si rischia? Ebbene la legge ora punisce sia il sito che rimanga, in modo illegale, le partite in streaming senza la giusta autorizzazione, ma anche gli utenti che si connettono.

A questo punto è normale che ci sia una grande preoccupazione. Per la Rojadirecta si è chiesto l’oscuramento ed ha dovuto pagare una sanzione di 30.000 euro. Tuttavia gli utenti che andranno a usare questo sito si potrebbe avere una denuncia e poi anche diverse sanzioni costose.