5 consigli per fare trekking e divertirsi nella natura

http://www.25alsecondo.it/?p=1132

Che si tratti di della cima di una montagna, di una cascata nascosta sepolta in profondità in una giungla o di una piccola collina che domina la città, il trekking è uno sport di cui la maggior parte delle persone si innamora. Anche se faticoso e stancante, se siete persone motivate, i vostri sforzi saranno presto sostituiti da un’impareggiabile sensazione di realizzazione mentre raggiungete la fine del vostro cammino. Certo, fare trekking è impegnativo, richiede sforzo fisico e sacrifici, ma basta la giusta convinzione per poter intraprendere un viaggio verso la scoperta di scorci meravigliosi. Ci sono delle cose essenziali da sapere, prima di partire; ecco alcuni consigli utili per poter affrontare al meglio questa nuova esperienza.

1) Investire in una buona attrezzatura

Se c’è una cosa da fare quando si tratta di trekking, è assicurarsi di avere delle buone calzature adatte al percorso. Una buona calzatura è essenziale se si fa sul serio. E’ consigliabile investire in scarpe di buona qualità che potranno essere usate e indossate a lungo. Gli scarponcini da trekking sono realizzati per resistere a vari terreni e impediscono di scivolare e ferirsi. I migliori sono quelli che salgono alle caviglie in quanto hanno il massimo supporto.

Oltre alle buone scarpe da trekking, è abbastanza importante avere acquistare uno zaino comodo e capiente, utile a portare con se’ tutti i beni essenziali, in comodità e senza fastidi.  Scegliere lo zaino giusto con spallacci, cinturini per le anche e supporti adeguati sarà fondamentale per non sentirsi a disagio e vivere la giornata nel miglior modo possibile. Consultando il sito di recensioni di rewild avrete modo di visionare la qualità di un gran numero di attrezzature essenziali per il trekking, tra cui appunto zaini binocoli, ramponi, pannelli solari portatili.

2) Scegliere il percorso più adatto alla propria condizione fisica

Come in ogni attività fisica, è importante conoscere i propri limiti. Non iniziate la vostra esperienza con il trekking scegliendo un percorso troppo difficile. Costruite lentamente la vostra resistenza. Il trekking deve essere un’esperienza divertente e piacevole, non faticosamente difficile. Analizzare il percorso prima della partenza è altresì fondamentale e permette di essere preparati ad affrontare gli imprevisti. Nella scelta del percorso è importante considerare la lunghezza, il tipo di terreno e il dislivello.

3) Andare al proprio ritmo

Una delle cose più importanti riguardo il trekking consiste nel prendersi il proprio tempo, godersi il panorama e andare al proprio ritmo. Il trekking non è una gara. E’ importante ascoltare il proprio corpo e fare tutte le pause di cui si ha bisogno. Il trekking dovrebbe essere un’esperienza stimolante ma divertente. Una buona attrezzatura permetterà di vivere quest’esperienza al meglio, aiutando anche il fisico a non appesantirsi ed affaticarsi troppo.

4) Rimanere idratati

Tre parole: portate abbastanza acqua! Spesso, la quantità di acqua da portare durante un’uscita di trekking è sottovalutata. E’ sempre meglio avere un eccesso piuttosto che trovarsi assetati e disidratati. Esistono diversi dispositivi di filtraggio dell’acqua utili quando si eseguono lunghe camminate. E’ bene acquistarne un giusto quantitativo per poter avere la certezza di non rimanere senza scorte di acqua durante il percorso.

5) Portare solo le cose essenziali per il trekking

Per muoversi con tranquillità è bene mettere nello zaino solo gli elementi essenziali. Tra le cose principali vogliamo ricordare:

  •  Kit di pronto soccorso;
  • Acqua;
  • Cibo (meglio prediligere cose in scatola o barrette energetiche);
  • Coltello multiuso;
  • Torcia elettrica;
  • T-shirt leggera;
  • Dispositivi di navigazione;
  • Binocolo;
  • Lampada frontale, utile per affrontare i percorsi durante la notte senza avere le mani occupate;
  • Ramponi di buona qualità.