Parchi naturali delle farfalle: dove si trovano, com’è possibile visitarle?

http://www.25alsecondo.it/?p=943

Per proteggere alcune specie di insetti come le farfalle, sono state create delle riserve naturali, chiamate “case“, luoghi perfetti per loro, dove possono vivere in armonia. È anche possibile visitare questi luoghi, situati nei parchi e nelle zone naturali e protette, per osservare più da vicino il loro modo di questi animali.

Dove si trovano?

Le case delle farfalle per il momento hanno aperto solo nel nord Italia. Molte persone, quando vanno in vacanza nei posti di mare e in montagna, ne approfittano per recarsi in questi luoghi e vedere da vicino molte specie di farfalle dalle ali colorate e diverse.

Se si fa attenzione è possibile pure tenerle in mano ma solo se è presente la guida, si sa che le ali delle farfalle sono molto delicate e non si fa attenzione si rischia di rovinarle e la farfalla avrà difficoltà poi a volare.

Partendo dal Veneto, nel Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola in provincia di Padova, è possibile visitare la “Casa delle farfalle e bosco delle fate“, questo parco è un percorso nella natura dov’è possibile osservare tante specie di uccelli, altri animali, e soprattutto farfalle, mentre si è circondati dalla natura e da statue raffigurate bellissime fate.

Ovviamente la visita è guidata da una persona esperta di tutti quegli animali presenti e di come sono tranquilli e sicuri all’interno del parco.

È un luogo bellissimo per fare una gita con la propria famiglia perché sembra di essere dentro a un racconto di fiabe.

Anche a Vicenza è presente un parco chiamato “Oasi Rossi” un’area grande 100.000 m² tutto naturale e con aree di gioco per i bambini e anche bar dov’è possibile prendere qualcosa da mangiare e da bere, cosa poi più importante di tutte è tenere pulito questo bellissimo spazio naturale.

In provincia di Mantova, in Lombardia, si trova il “Parco del Mincio“, una riserva grandissima dov’è possibile fare molte attività come l’escursionismo libero, senza guide, fare una gita con la famiglia e partecipare ad eventi che sono presenti in quei giorni ma senza disturbare troppo gli animali.

Milano Marittima, in provincia di Ravenna in Emilia Romagna, è presente la “Casa delle farfalle“, un grane parco suddiviso a percorsi e a serre visitabili dov’è possibile avere incontri ravvicinati con gli animali e vivere un’esperienza diversa dal solito e scoprire ancora tante farfalle.

A Cervia è possibile visitare il “Parco Naturale” grande quasi 33 ettari, ultimamente è stato creato un angolo fattoria dov’è possibile far vedere ai più piccoli gli animali da cortile.

In provincia di Pistoia, in Toscana, il posto dove poter visitare le farfalle ed altri animali si chiama “Storico Giardino Garzoni“, altro non è che un giardino botanico creato a scopo turistico dato che è abbellito con statue, fontane, statue  e monumenti che ricordano una storia molto famosa dato che è vicina alla città dove nacque lo scrittore Carlo Collodi.
Solo da pochi anni hanno aggiunto uno spazio dedicato solo alle farfalle.

Com’è possibile visitarle?

Una buona soluzione potrebbe essere quella di soggiornare un paio di giorni nelle città in cui sono presenti questi parchi.

I biglietti possono essere prenotati su internet e stampati successivamente, oppure possono essere acquistati direttamente in cassa, prima di entrare.

I biglietti possono essere ridotti per i bambini sotto i 12 anni e valgono per tutto il tempo che si vuole stare a contatto con gli animali e la natura, se poi si vogliono visitare le serre è obbligatorio seguire sempre la guida ed evitare di dar fastidio agli animali e alle altre persone.