Giuseppe Verdi: chi era, biografia e opere famose

http://www.25alsecondo.it/?p=1851

Il nome di Giuseppe Verdi, anche per le nuove generazioni, è molto noto, ma chi era in realtà? Compositore, musicista, filosofo e grande innovatore. La sua vita ha avuto alti e bassi, come tutti i grandi artisti italiani.

Indubbiamente è stato un precursore, per certi versi, dei melodrammi che ancora oggi fanno vibrare il cuore. Tra l’altro, le sue opere, sono una parte integrante della cultura artistica italiana.

L’ottocento, l’epoca di Giuseppe Verdi

Il nome per intero di Giuseppe Verdi è Giuseppe Fortunino Francesco Verdi. Il nome Francesco era molto usato negli anni dell’ottocento poiché è il patrono di Italia, ma comunque rimaneva sempre molto “nascosto”. Infatti in pochi conoscevano il suo nome per intero.

Nato da una famiglia molto povera, il 10 ottobre del 1813. Da piccolo dimostrò un grande talento per la musica. Iniziò a studiare con il parroco del suo quartiere, Don Pietro Baistrocchi, ottimo organista. In seguito si esibiva nell’osteria del proprio paese.

Ad appena 12 anni si recò a Busseto dove frequenta il ginnasio. Ad appena 15 anni compose una sinfonia ispirata all’opera di Rossini. Raggiungi i 19 anni entra in conservatorio. Sempre a Bussetto, Giuseppe Verdi, diventa Direttore della banda di Bussetto.

Nel 1835 sposa Margherita Barezzi, ebbe due figli. Si trasferisce a Milano e nel 1838 conclude un primo contratto con le edizioni musicali Ricordi ed esordisce come compositore. Da qui ha un’ascesa continua verso il successo che ancora oggi riecheggia.

La morte della moglie e dei figli

Essendo ai primi anni della sua carriera da compositore, Giuseppe Verdi, cerca molto supporto nella moglie. Tuttavia, forse anche perché era molto giovane, le sue prime opere seguono l’andamento e la richiesta principale della moda. Quindi non ebbero molto successo. Furono opere da ascoltare e dimenticare.

In seguito alla morte dei due figli, che morirono entrambi prima di compiere un anno, e anche alla morte della moglie, all’età di appena 26 anni, Giuseppe Verdi venne colpito da una profonda depressione, ma fu anche il dolore a spingerlo nella creazione di grandi opere immortali.

Le opere più famose di Giuseppe Verdi

Molte sono state le opere create direttamente da Giuseppe Verdi. La prima Fu “Oberto Conte di San Bonifacio”, richiesta dal Teatro della Scala di Milano Bartolomeo Merelli. La sua seconda opera fu “Un giorno di regno”, opera comica, ma che fu un vero e proprio fiasco.

Per “risollevarsi” si getta a capofitto nella sua carriera creando:

  • 1842, il Nabucco
  • 1843, I Lombardi alla Prima Crociata
  • 1844, I due Foscari
  • 1845, Giovanna d’Arco
  • 1845, Alzira
  • 1846, Attila
  • 1847, Macbeth
  • 1847, I Masnadieri
  • 1848, Il Corsaro
  • 1849, La battaglia di Legnano
  • 1849, Luisa Miller
  • 1850, Stiffelio
  • 1851, Rigoletto
  • 1853, Il Trovatore
  • 1853, La Traviata
  • 1855, I Vespri Siciliani
  • 1857, Simon Boccanegra
  • 1857, Un ballo in maschera

Ad accomunarli era sempre il dramma, quello che lui stesso aveva provato per la perdita della sua famiglia.

Nel 1859, all’apice della sua carriera, si risposta con Giuseppina Strepponi.