Tony Dallara: chi era, biografia e canzoni

http://www.25alsecondo.it/?p=1547

Negli anni del 1950, anche in Italia si ha una rivoluzione della moda e nella canzone. Inizia il Rock and Roll e una rivisitazione dei nuovi look usati dai giovanissimi.

La seconda guerra mondiale è finita ed ecco che ci sono nuovi eroi da seguire. Tra questi troviamo Tony Dallara che, da giovanissimo, inizia ad interessare il piccolo pubblico con la sua voce e i testi delle sue canzoni.

La vita di Tony Dallara

Tony Dallara classe 1936. Nasce a Campobasso da una famiglia bella numerosa. Il suo vero nome è Antonio Lardera. Il padre era un corista alla Scala di Milano. La madre lavorava come governante in una famiglia molto ricca e altolocata.

Cresce nella città di Milano. Da molto giovane,Tony Dallara, si appassiona alla musica, specialmente al Rock. La prima band di cui fa parte sono i Rocky Mountains, in seguito si chiameranno “I Campioni”.

Ovviamente, in questa nuova epoca di rivoluzione italiana, Tony Dallara, si inizia a esibire nei piccoli locali di Milano. Già ha un buon gruppo di fans. Crea il suo personaggio avendo uno stile di capelli e di abiti ispirati a dei cantanti rock americani. Questa “eccentricità” piace e quindi diventa una icona di cui parlare.

Nel locale di Santa Tecla, molto rinomato a Milano, conosce anche Adriano Celentano. Tony Dallara viene affascinato dallo stile di questo cantante e riesce a confrontarsi in modo anche da imparare qualcosa.

Nel 1957 stipula il suo primo contratto discografico con l’etichetta Music. Una volta che si inizia a far conoscere, gli viene cambiato il suo nome da Antonio Lardera a Tony Dallara.

Dopo il grande successo in Italia, sbarca anche negli Stati Uniti. Viene ingaggiato per cantare a New York. La sua ascesa americana ha vita breve perché viene richiamato per la leva militare, obbligatoria per 3 anni. In questo tempo non si può fare altri lavori, quindi la sua carriera ha un brusco fermo.

Nel 1960 diventa uno dei primi “urlatori”, tra cui troviamo anche Adriano Celentano. Si tratta di nuovi musicisti, del tutto italiani, che riescono a intonare stupende canzoni ad un tono di voce molto alto. Gli urlatori sono un ibrido di cantate, tra il melodico e il rock. Vince molti premi e i suoi brani sono acquistatissimi dal pubblico. Negli anni del 1970 si ferma con la musica e si dedica alla pittura. Negli anni del 1980 riprende la sua carriera da cantante.

L’urlatore “romantico”

In Italia, gli urlatori sono stati molti, ma Tony Dallara fu uno di quelli che venne definito come quello più romantico.Le sue canzoni erano molto simili ai classici melodici, ma con un ritmo del tutto diverso. Tra le opere più famose, ad esempio, troviamo: ‘Come prima’. Tutti sappiano il ritornello e ancora oggi è molto cantato. Nel testo e nelle parole delle sue canzoni troviamo proprio quella vena romantica che lo ha contraddistinto.

I grandi successi

Tanti i successi di Tony Dallara. Le canzoni più famose sono state:

  • Come Prima
  • Norma
  • Senza Piangere
  • Ghiaccio bollente
  • Vai via da me
  • Un’ora Solo Ti Vorrei

Oltre alla bellezza del suono e del ritmo, in questi tempi, troviamo anche un testo molto profondo che piace ancora oggi.