Detersione delle mani, ecco quando affidarsi a un sapone neutro

http://www.25alsecondo.it/?p=1711

Una delle operazioni più frequenti nell’igiene personale è la detersione delle mani, un’azione la cui importanza le persone hanno imparato a valorizzare soprattutto negli ultimi mesi.

Lavarsi le mani permette di proteggere l’organismo da virus e batteri, eliminandoli dalla pelle per garantire la massima sicurezza sanitaria, inoltre permette di mantenerle idratate e morbide.

Allo stesso tempo, è fondamentale rispettare il pH naturale della pelle, per questo motivo è opportuno scegliere un sapone neutro, utilizzando prodotti delicati come i saponi idratanti di Neutro Roberts con glicerina naturale.

Si tratta di una delle sostanze più apprezzate per la protezione della pelle, le cui proprietà benefiche aiutano a lasciare la cute morbida e liscia, nutrendo l’epidermide per evitare la secchezza delle mani.

Ad ogni modo, è essenziale utilizzare solo prodotti di alta qualità, saponi naturali e certificati in grado di assicurare una detersione impeccabile delle mani, senza comprometterne l’aspetto e la corretta idratazione.

Per una scelta consapevole bisogna considerare una serie di caratteristiche precise, tenendo conto della composizione, della sostenibilità ambientale del prodotto e del pH della pelle.

Cosa sono i saponi neutri e come funzionano

Tra le soluzioni più indicate per un’efficace detersione delle mani ci sono i saponi neutri, prodotti non aggressivi, in grado di rispettare il pH naturale della pelle.

Questi detergenti possono essere proposti in vari formati, ad esempio in quello solido delle classiche saponette per il bagno, oppure in quello liquido contenuta in appositi flaconcini, con un pratico erogatore che permette di applicare una piccola quantità di sapone sulle mani in modo semplice e comodo.

I prodotti neutri sono particolarmente utili poiché non alterano il pH della pelle, un parametro con il quale si indica se una determinata sostanza è acida oppure basica. Questi valori sono compresi all’interno di una scala che va da 0 a 14, con una classificazione acida al di sotto di 7 e basica al di sopra di tale riferimento.

Il nostro pH naturale è abbastanza acido, con un valore intorno a 5.5, tuttavia a seconda delle persone e di alcuni fattori può essere più basso, arrivando fino a 4.

Questa acidità endogena aiuta a contrastare la formazione di batteri, riduce i fenomeni di ossidazione cellulare e supporta la presenza della cheratina, una sostanza molto importante per la protezione della pelle e la sua integrità strutturale.

I saponi tradizionali hanno un pH da 8 a 10, quindi basico, una differenza rispetto a quello della pelle che potrebbe causare un’alterazione del pH naturale, ad esempio provocando secchezza, irritazioni e la perdita di elasticità.

Ovviamente, le reazioni sono diverse in ogni persona, infatti gli effetti del contatto con un detergente basico possono essere molto differenti. Per questo la soluzione migliore è preferire un sapone neutro, un prodotto la cui composizione presenta un pH simile a quello della nostra pelle, quindi intorno al 5.5.

Questi detergenti delicati rispettano la cute delle mani, sfruttando i benefici di alcune sostanze naturali come la glicerina vegetale, per una detersione ottimale che non comporta nessuna alterazione del pH della pelle.

Proprietà e benefici della glicerina vegetale

La glicerina vegetale è una sostanza realizzata attraverso la lavorazione di materie prime naturali di origine vegetale, tra cui alcuni tipi di olio come quello di cocco o di soia. Conosciuto anche come glicerolo, questo composto organico svolge un’azione eccellente nell’idratazione e nella protezione della pelle, non presenta alcun odore e possiede ottime proprietà umettanti.

Si tratta di un rimedio naturale contro la secchezza delle mani, con un effetto amplificato nei periodi più rigidi come l’inverno e l’estate, in quanto previene la screpolatura delle mani, regolarizza il sebo e stimola la rigenerazione cellulare.

Inoltre, dopo l’applicazione la glicerina vegetale dona un’immediata sensazione di sollievo, è un apprezzato emolliente e lascia la pelle rinfrescata apportando il nutrimento necessario per assicurare la giusta elasticità dell’epidermide.

Come scegliere il sapone neutro giusto

La scelta del sapone neutro per la detersione delle mani non è facile, dato che sul mercato si possono trovare tantissimi prodotti differenti. Innanzitutto, è indispensabile leggere sempre l’etichetta del prodotto, per scoprire l’esatta composizione del detergente.

In questo modo si può verificare l’assenza di sostanze nocive per la salute della pelle, come parabeni, conservanti e aromi artificiali, preferendo i prodotti naturali con una composizione di origine vegetale.

Inoltre, è importante la presenza della glicerina naturale al 100%, ottenuta da materie prime di qualità e certificate, per garantire il massimo beneficio nell’idratazione della pelle durante il lavaggio delle mani.

Allo stesso tempo, il prodotto deve essere dermatologicamente testato, con un packaging riciclabile per rispettare l’ambiente. Alcune aziende propongono anche ricariche ecologiche, un altro aspetto da non sottovalutare in fase di acquisto del sapone neutro.