Sarto napoletano: come trovarlo online? Chi è il più famoso?

http://www.25alsecondo.it/?p=661

 

Quello del sarto è un mestiere antico, per questo è quasi impossibile che alcuni abbiano deciso di intraprendere questa strana fatta di aghi, fili, metri e tessuti di ogni genere per creare abiti anche su misura se prima non c’è una fonte di curiosità per questa professione.

Questo lavoro può essere una passione che si tramanda da padre in figlio e fare in modo che il negozio cresca e si continui a lavorare nella bottega di famiglia aggiungendo nuovi strumenti professionali e personale che abbia voglia di imparare questo lavoro.

Come trovarlo online?

Raro è su internet si trovino informazioni su quale sarto sia famoso rispetto a un altro, magari dietro c’è un modellista che si è formato da poco, che continua a fare lo stesso mestiere del genitore o del parente, essendo giovane per farsi conoscere ha iniziato a mettere annunci facendo pubblicità su internet.

Non tutti sanno che a Napoli esiste una scuola dal 1351 incentrata su questo impiego, nata grazie alla Confraternita dei Sartori, è diventata famosa durante il Settecento e dal Novecento ha formato numerosi sarti che sono diventati famosi nel tempo, tanto da essere il punto di riferimento di molti uomini di classe.

Se si abita a Napoli, o nei pressi, a volte il negozio di un sarto lo si trova in ogni strana e in ogni angolo della città, ma se si vuole consultare qualcuno che sa fare qualcosa di specifico e particolare, su internet si trovano le migliori risposte:

  • Urale: è specializzato in cravatte.
  • Sartoria Napoletano Gino Cimmino: fa abiti su misura come una volta.
  • Antica Ditta Mario Talaico: anche se si trova nei quartieri spagnoli, crea ombrelli, abiti tradizionali giapponesi e anche vesti per il Papa.
  • Tramontano: realizza borse fatte a mano.
  • Salvatore Piccolo: ha imparato dalla madre a creare le camicie.

Chi è il più famoso?

  • Cesare Attolini: con i suoi “Abiti imperfetti per corpi imperfetti“, ha vestito persone come totò, Vittorio De Sica, Marcello Mastroianni e Clark Gable, oltre che il Re Vittorio Emanuele III e il Duca di Windsor.
  • Luigi Borelli: il negozio possiede il titolo di “Fornitore della Real Casa Savoia”.
  • Kiton: ha conquistato paesi esteri nel 1968.
  • Eugenio Marinella: il Presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, divenne un vero e proprio testimonial del marchio durante gli anni ’80.
  • Eddy Monetti: ha iniziato la sua carriera come cappellaio, poi suo figlio ha ampliato la produzione con cravatte e molti altri tipi di accessori.
  • Mario Muscariello: ha rivoluzionato il mondo della camicia con la “Giaccamicia“.
  • Isaia Napoli: realizza completi da uomo che rispecchiano la città di Napoli.
  • Mariano Rubinacci: veste gli uomini più importanti D’Italia conquistando persino De Sica ed Edoardo De Filippo. Il suo nome compare nella maggiori testate di moda come simbolo dell’eleganza e della tradizione napoletana.
  • Davide Tofani: si è formato nella scuola di Vincenzo Attolini.
  • Mario Valentino: le sue calzature firmate hanno conquistato persone famose come il Re Vittorio Emanuele fino a Naomi Campbell, Liz Tyler, Jackie Kennedy, Marcello Mastroianni e le gemelle Kessler.