Padrino di battesimo e cresima: chi può farlo? Scopriamo tutti i requisiti

http://www.25alsecondo.it/?p=921

Un momento davvero bello ed emozionante nella vita dei genitori è quando il proprio figlio deve seguire il primo Sacramento della chiesa cristiana, ovvero il Battesimo, e più in là anche la Cresima, che è il secondo.

Queste due festività sono sinonimo sempre di grande gioia e festa, piena di regali, foto che resteranno sempre impressi nella memoria dei presenti, ma soprattutto per chi è stato scelto come madrina e padrino del bambino.

Vediamo insieme che requisiti deve avere una persona per poter fare il Padrino o nel Battesimo, o al momento della Cresima, oppure in entrambe queste celebrazioni.

Scopriamo i requisiti di chi può farlo

Battesimo

È importante sapere come prima cosa che sia il Padrino che la Madrina devono essere cristiani, ossia che oltre ad aver ricevuto in passato pure loro il Battesimo e poi anche la Cresima.

Se manca uno di essi non è possibile essere scelti per questo titolo, anche se entrambi i sacramenti possono essere fatti quando lo si desidera, anche alcuni giorni prima della festività più importante come un matrimonio oppure essere scelti come Padrino e Madrina.

Ovviamente deve aver ricevuto anche l’Eucarestia, bisogna aver anche compiuto 16 anni e più, se la coppia scelta per il Battesimo è sposata, il patto matrimoniale dev’essere valido secondo la chiesa, ossia marito e moglie non devono essere divorziati e risposati.

Anche le persone sposate solo col rito civile (al comune) non possono essere scelti per essere Padrino e Madrina, stessa sorte per due persone che si amano e convivono.

Questo rito iniziale della vita di un bambino non sempre è obbligatoria, molte religioni hanno altri riti, e ultimamente quella cristiana lascia libera scelta ai genitori se battezzarli dopo 3 mesi dalla nascita oppure quando hanno 6 o 10 anni.

O lo si fa anche per dare al bambino stesso, una volta cresciuto e diventato grande, la scelta della propria religione da seguire.

Una volta si pensava che tutti i bambini non battezzati finissero nel Limbo dantesco, ovvero che non possono andare oltre quel girone e restare in un posto sospeso.

Cresima

Stesse regole e divieti subentrano nella scelta del Padrino e della Madrina del bambino che, dopo aver fatto la Prima e Seconda Comunione, riceve la Cresima.

Le stesse regole vagono per questo secondo Sacramento solo che ne occorre scegliere solo uno a seconda del bambino che si cresima: se è una bambina a ricevere la Cresima allora bisogna scegliere una Madrina, se è un bambino a fare la Cresima, bisogna scegliere solo un Padrino.

In alcuni casi chi è stato Padrino e Madrina del Battesimo può esserlo anche nel secondo Sacramento più importante, e questa volta può aiutare anche l’interessato a decidere.

Bisogna anche avere l’autocertificazione giusta, se si consegna una falsa è un segno di ingiustizia nei confronti di Dio.