Passetto di borgo: cos’è e dove si trova?

http://www.25alsecondo.it/?p=1593

Roma, la città della lupa, è conosciuta per la sua grande e immutata bellezza. Una città che contiene anche lo Stato del Vaticano che, anche se piccolissimo, è una superpotenza.

Tra le mete più visitate al mondo, anche più della splendida Venezia, troviamo Passetto di borgo, lo conoscete? No? Se vi diciamo Castel Sant’Angelo? Allora già qualcosa vi viene in mente.

Passetto di borgo, conosciuto e chiamato nel tipico dialetto romano “Coridore” è un collegamento tra la città del Vaticano con Castel Sant’Angelo. Non è né un quartiere e non è nemmeno un paese, si parla di una delle eccentricità della storia di Roma.

Difficile che passi inosservato, perché si parla di una struttura molto grande, gigantesca, che rappresenta una parte di Roma che appartiene al Vaticano.

Il quartiere delle mura Vaticane

Il Passetto di borgo venne costruito da Niccolò III sulle mura vaticane già presenti. La sua struttura era stata “escogitata” in modo che ci fosse una via di fuga per il Papa. Infatti, questo lungo “viale” è totalmente chiuso ed ha pareti molto resistenti.

Molti sono stati i Papi che, dal 1200 fino ad oggi, sono stati salvati da questo passaggio. Nel 2000, in un Giubileo nato anche per festeggiare l’arrivo del nuovo secolo, è stato “riattivato”, cioè è visitabile. Ovviamente solo tramite una guida specializzata e pagando un biglietto d’entrata.

Il sito di Passetto di borgo è Lungotevere Castello, numero civico 50, quartiere Prati, ovviamente a Roma. Il Passetto di borgo è visitabile solo tramite guide turistiche specializzate con prenotazione online.

Storia Castel Sant’Angelo

Il monumento di Castel Sant’Angelo deve la sua fama perché è stata usata come la prigione dei nobili romani.

I Papi lo hanno usato per “punire” le nobiltà che non prestavano ubbidienza. In passato non era possibile condannare un nobile in base alle leggi dell’epoca. L’unico che aveva questo diritto era proprio il Papa che poteva richiedere un periodo di “galera” presso Castel Sant’Angelo.

Questo monumento nasce con il nome di Mausoleo di Adriano. Data la sua forma e anche la sua grandezza, divenne poi un bastione e infine una prigione. Collegato direttamente al Passetto di borgo, è oggi uno dei monumenti più caratteristici della storia di Roma.

Itinerario di Passetto di borgo 2020

Una volta giunti a Roma, presso il Tevere, nel borgo dei Prati, dovete visitare assolutamente il Passetto di borgo, Castel Sant’Angelo, i giardinetti vicini e i ponti di collegamento che attraversano il Tevere.

Le sculture che sono presenti in questo quartiere hanno tutti una storia collegata ai diversi santi benedetti dai Papi di ogni epoca.

Si consiglia di avere un itinerario con Passetto di borgo da visitare.