I gruppi musicali italiani che guadagnano di più

http://www.25alsecondo.it/?p=407

Il mondo della musica è così vario ed inflazionato da offrire un’ampia scelta a livello di generi e di artisti che si possono ascoltare. Di questo panorama fanno parte anche le band musicali, che sono minori, in percentuale, rispetto al numero dei cantanti solisti. Rivolgendoci alla situazione musicale italiano- chiaramente non paragonabile in alcun modo (escluse pochissime eccezioni) al livello raggiunto dai più grandi artisti internazionali- in molti si saranno chiesti quanto guadagna un cantante o una gruppo musicale che ha raggiunto un certo livello di fama e di esperienza a livello nazionale.

Se da un lato, però, è stata stilata almeno una classifica che riguarda i cantanti italiani più ricchi del mondo (o comunque di quelli che guadagnano di più attraverso i diritti d’autore SIAE), non sembra esistere qualcosa di simile che riguardi i gruppi musicali italiani che guadagnano di piùTra i gruppi non più in attività bisogna segnalare uno stupendo quinto posto dei Pooh nella classifica stilata da “Snap Italy” lo scorso maggio e che ha riguardato i cantanti italiani più ricchi del mondo. I Pooh sono l’unico gruppo musicale presente in classifica, con oltre 100 milioni di copie di dischi venduti nel corso della loro carriera. Gli altri fantastici 9 sono solisti, e troviamo grandi nomi quali quello di Laura Pausini (10° posto) e di Adriano Celentano, che si piazza in prima posizione.

Per il resto, ben 5 anni fa venne pubblicato su Facebook un particolare resoconto che classificava i gruppi rock italiani distinguendoli in diverse fasce di guadagno per esibizione live, a seconda del livello di pubblico che potevano richiamare ai concerti. Nella prima fascia di quella particolare (e discussa) lista finirono anche i Tiromancino, i 99 Posse, i Marlene Kuntz ed i Subsonica, con un cachet variabile stimato tra i 3500 ed i 15000 euro, calcolato sulla supposta possibilità di questi gruppi di poter riempire un palazzetto dello sport.

La lista, che raccoglieva i nomi delle 50 band italiane quotate più di mille euro per evento, fu realizzata dal musicista Umberto Palazzo. Si tratta, come si può ben capire, di un resoconto che non può essere utilizzato per capire quale siano i gruppi musicali italiani che guadagnano di più  perché non tiene conto di molte altre variabili. Il guadagno complessivo di una band non dipende soltanto dai concerti, ma anche dalla vendita di dischi, dai diritti d’autore, dalle varie collaborazioni per la realizzazione di colonne sonore, dalle apparizioni in televisione, e da molte altre situazioni simili. Senza contare che questa classifica relativa al compenso per ogni performance dal vivo riguardava soltanto i gruppi rock italiani, e non tutti i gruppi musicali italiani in generale.