Farfalla arancione (Aglaia): descrizione della farfalla, specie, caratteristiche e significati

http://www.25alsecondo.it/?p=1123

In Italia possiamo vantare un primato europeo per essere il paese con la più alta percentuale di farfalle Aglaia. Ne abbiamo quasi 300 specie, anche se una ventina di queste sono a rischio di estinzione. Naturalmente il problema è legato alle condizioni ambientali che ne devastano l’habitat. Vediamo cosa rende così affascinanti questa specie animale.

Ciò che mette a repentaglio la vita di questi esemplari colorati è l’impatto dell’uomo sull’ambiente. Il nostro clima mediterraneo ne favorisce la crescita sul territorio, tanto da poterne avvistare qualcuna colorata nelle riserve naturali, dove vengono conservate le specie più a rischio. Vista la grande vastità della specie è fondamentale catalogarle in base a delle caratteristiche in modo da riuscire a capire, una volta avvistate, a quale classificazione appartiene.

Descrizione e caratteristiche della farfalla Aglaia

Il suo nome originale è Argynnis aglaja e si tratta di una farfalla con apertura alare di 6 cm e di medio-grandi dimensioni. Il corpo ha un colore scuro tendente all’arancione, ricoperto da dei peletti. Alla base del corpo sono attaccate le ali, particolare affascinante di questa specie.

Il colore delle ali è arancione che si intensifica nella parte centrale, ma la particolarità consiste nelle macchie nere che sono disposte in modo preciso e definite da dei bordi neri. La parte anteriore, in cima alle ali è di colore giallo e quella posteriore vede uno sfondo giallo con sfumature verdi e puntini argentati.

La femmina di queste specie è solita deporre le uova sulle foglie delle piante Viola. Da queste uova fuoriescono delle larve nere e arancioni di circa 4 cm. Si muovono sempre da sole, e si possono avvistare nel periodo estivo.

L’Aglaia predilige prati fioriti e ben soleggiati ma anche i boschi, in alta quota. È diffusa in tutto il territorio Europeo, e in Italia gli unici due posti dove è impossibile trovare un esemplare di Aglaia sono Sardegna e isola d’Elba.

Significato della farfalla nei tatoo

La farfalla è una delle rappresentazioni più comuni nei tatuaggi, molto apprezzata dal genere femminile. Tatuarsi una farfalla è proprio il simbolo della libertà e della donna, ma anche dell’indipendenza sentimentale e della rinascita dopo avere superato delle difficoltà. Generalmente viene tatuata sulla spalla.

Il bruco che striscia sulla terra e poi si trasforma in una meravigliosa farfalla, sta ad indicare la trasformazione di chi ha attraversato dei periodi critici per poi rinascere proprio come la farfalla, splendente e meravigliosa nella sua nuova vita.

La farfalla assume anche un significato di bellezza, purezza e leggerezza, fin da quando i cacciatori erano soliti catturarle per creare delle collezioni e trafiggerle con degli spilli, in modo da esporle inermi nei propri salotti.

Significato della farfalla nei sogni

Sognare una farfalla, nelle tradizioni più antiche e nelle credenze popolari è un avvenimento riconducibile al compimento di grandi imprese sia in ambito lavorativo che nella sfera personale e sentimentale.

La farfalla esce dalla crisalide e questo simboleggia la rinascita, il cambiamento. Uscire da una situazione passata, da qualcosa di “vecchio” lasciando alle spalle i ricordi e brutte esperienze di vita per lasciare il posto alla trasformazione, al nuovo. È simbolo di gioia e felicità.